“50 pagine di accuse sulla Diciotti, ma non mi fermeranno”


Salvini: "50 pagine di accuse sulla Diciotti, ma non mi fermeranno"

CREDITANDREAS SOLARO / AFP 


Matteo Salvini (Afp) 



Il vicepremier Salvini parte di nuovo al contrattacco sull’inchiesta relativa alla nave Diciotti che lo vede indagato: “50 pagine di accuse nei miei confronti – scrive su Facebook – 5 reati contestati (sequestro di persona!), 30 anni di carcere come pena massima. Voi pensate che io abbia paura e mi fermi? Mai”.

Prosegue il titolare del Viminale: “So che in Italia ci sono tanti giudici liberi, onesti e imparziali, per me ‘prima gli Italiani’ significa difendere sicurezza e confini, anche mettendosi in gioco personalmente. Di politici ladri, incapaci e codardi l’Italia ne ha avuti abbastanza. Contate su di me, io conto su di voi”.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin