32 morti e 50 feriti da inizio offensiva Haftar


libia morti feriti

Secondo quanto riferisce il ministro Sanità del governo di accordo nazionale, Ahmed Omar, alla tv libica ‘Libya Al-Ahrar’, da quando il generale Khalifa Haftar ha lanciato l’offensiva su Tripoli sono morte 32 persone e 50 sono rimaste ferite. Il ministro ha sottolineato che la maggior parte delle vittime sono civili, anche se non è stato fornito il numero preciso. L’esercito di Haftar, invece, ha annunciato fin qui la perdita di 14 uomini.

La giornata di ieri è stata particolarmente calda, con l’aviazione del governo di accordo nazionale che ha condotto bombardamenti contro la base aerea di Al-Wattiyah, situata a sud-est di Tripoli e controllata dall’Esercito nazionale libico (Lna) del generale Haftar. Da quella base, secondo quanto riferisce il Libya Observer, sarebbe partito il raid contro l’area di Naqliya camp, che si trova sulla via verso l’aeroporto internazionale di Tripoli, chiuso dal 2014.

Ali Al-Qatrani passa con Haftar

Ali Al-Qatrani, vice presidente del Consiglio presidenziale del governo di accordo nazionale, ha intanto rassegnato le proprie dimissioni passando dalla parte di Haftar. Secondo quanto riporta l’Asharq Al-Awsat, Qatrani ha dichiarato che il capo del capo del Consiglio presidenziale Fayez al-Sarraj è “controllato” dalle milizie e tale azione “condurrà la Libia solo verso ulteriori sofferenze e divisioni”. Qatrani spera dunque che l’Lna riesca a marciare su Tripoli liberandola da terroristi e criminali, aggiungendo che “attraverso l’incoraggiamento di queste milizie, Sarraj ha violato l’accordo politico sulla Libia abusando dei privilegi concessi a lui come capo del Consiglio presidenziale”.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin