2 persone si sentono male in un ristorante 


skripal malore ristorante italiano Salisbury



Un uomo e una donna si sono sentiti male in un ristorante italiano a Salisbury, la città dell’Inghilterra dove il 4 marzo furono avvelenati con l’agente nervino Novichok l’ex spia russa Serghei Skripal e la figlia Yulia. Lo riferisce in un tweet la polizia del Wiltshire, spiegando che un’ambulanza + arrivata alle 18:45 (le 19:45 in Italia) nel ristorante ‘Prezzo’ sulla High Street. A scopo precauzionale il ristorante è stato chiuso e alcune strade circostanti sono state transennate.

Dopo il tentato avvelenamento di Skripal e della figlia, per il quale Londra accusa la Russia, è morta una donna, Dawn Sturgess, ricoverata in condizioni critiche all’ospedale di Salisbury insieme al compagno Charlie Rowley per avvelenamento da Novichok. I due erano stati trovati svenuti il 30 giugno nella loro casa di Amesbury, nella contea di Wiltshire, a pochi chilometri da Salisbury. Successivamente è venuto alla luce che l’agente nervino era nascosto all’interno di una bottiglia di profumo che l’uomo aveva trovato e regalato alla compagna, che ha in seguito perso la vita a causa del veleno. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin